Una Rosa per un Piccolo Cuore

Nell’ambito della Convenzione Quadro tra la nostra Fondazione e la Fondazione CNR Regione Toscana G. Monasterio (FTGM), lo scorso 3 giugno 2019 è stato firmato l’Accordo Attuativo per il progetto «UNA ROSA PER UN PICCOLO CUORE».

Si tratta di un progetto triennale che abbraccia due delle attività strategiche della collaborazione:

1) la formazione clinica specialistica da parte di cardiologi e cardiochirurghi della Fondazione “G. Monasterio” a beneficio di medici di Paesi svantaggiati e

2) la cura di piccoli pazienti affetti da gravi patologie cardiache provenienti da Paesi svantaggiati, presso l’Ospedale del Cuore di FTGM e/o realizzando missioni per attività sanitarie nei loro Paesi.

Il progetto si inquadra nella più che ventennale esperienza di FTGM nella cooperazione sanitaria internazionale e va a sostenere le attività in favore di pazienti pediatrici cardiopatici di Paesi svantaggiati al fine di migliorarne le condizioni di vita anche mediante la diffusione della prevenzione, della diagnosi e della cura in tali Paesi.

Il Progetto mira a favorire un effettivo sviluppo delle attività di cardiologia e cardiochirurgia pediatrica nei Paesi individuati, consentendo un crescente soddisfacimento delle esigenze diagnostiche e terapeutiche locali.

Si tratta di attività altamente specialistiche che necessitano di un’adeguata formazione da parte del personale coinvolto (medico, infermieristico e non), al fine di assicurare standard adeguati di qualità e di risultato. 

In sintesi il progetto si articola nelle seguenti attività:

  • Attività di Formazione presso l’Ospedale del Cuore e/o presso la struttura estera
  • Realizzazione di Sistemi di Tele-Diagnosi e Tele-Consulto
  • Missioni per Attività Chirurgica ed Interventistica
  • Missioni per Attività Diagnostica per Screening, Follow-Up e Prevenzione
  • Accoglienza di pazienti presso l’Ospedale del Cuore per il ricovero e l’esecuzione di interventi cardiochirurgici localmente non realizzabili

Insomma, una programma di lavoro denso ed impegnativo anche per le formidabili competenze e capacità dei medici e del personale di FTGM!

Un bel primo passo per costruire “ponti” che vogliamo percorrere insieme!