Una Rosa tra le Sponde dell’Adriatico

Nell’ambito della Convenzione Quadro tra la nostra Fondazione e la Fondazione CNR – Regione Toscana G. Monasterio (FTGM), lo scorso 2 marzo 2020 è stato firmato l’Accordo Attuativo per il progetto «Una Rosa tra le sponde dell’adriatico».

Da molti anni l’Ospedale del Cuore di FTGM ha instaurato una stretta collaborazione con l’Ambulatorio di Cardiopediatria “Madonnina del Grappa” di Scutari (il “Centro di Scutari”), unica struttura presente in Albania in grado di effettuare diagnosi di cardiopatia anche in epoca prenatale, oltre che attività di diagnosi e cura per le problematiche cardiologiche che affliggono pazienti pediatrici.

Al Centro di Scutari fanno riferimento famiglie con figli cardiopatici, oltre che gestanti per sospette cardiopatie del feto, provenienti da tutta l’Albania, spesso in condizioni socio-economiche svantaggiate.

L’Ospedale del Cuore di Massa di FTGM ha supportato il Centro di Scutari accogliendo in regime di urgenza neonati con diagnosi di cardiopatia congenita e talvolta anche gestanti cui siano state diagnosticate patologia cardiache del feto, per effettuare il parto nell’area nascita integrata specificamente dedicata di FTGM.

Il Progetto è finalizzato a rafforzare la cooperazione a favore di pazienti pediatrici cardiopatici albanesi al fine di migliorarne le condizioni di vita, mediante:

  • miglioramento delle attività di diagnosi,
  • disponibilità ad effettuare interventi presso l’Ospedale del Cuore di FTGM,
  • attività di formazione nell’ambito della diagnosi fetale delle cardiopatie congenite,
  • supporto alle attività di follow-up per i pazienti operati.

Operativamente:

 fornitura di strumentazione diagnostica allo stato dell’arte, per favorire una maggior appropriatezza diagnostica ed una condivisione della metodica fra i professionisti delle due strutture;    

 collegamento in teleconsulto tra il Centro di Scutari e l’Ospedale del Cuore di Massa, al fine di fornire consulenza specialistica, anche in real-time, ai medici del Centro di Scutari, sia per le attività di diagnosi pre-intervento che per la gestione del follow-up;   

fondi per il trattamento chirurgico o interventistico di bambini, neonati e gestanti con feti con patologia cardiaca inviati dal Centro di Scutari, anche in regime elettivo o di urgenza;   

 attività di informazione e formazione in loco per la diagnosi fetale delle cardiopatie congenite.

    Il Progetto si affianca al progetto “Una Rosa per un Piccolo Cuore”, specificamente a favore di un popolo vicino ed amico.