Una Rosa per Domani

Nell’ambito della Convenzione Quadro tra la nostra Fondazione e la Fondazione CNR – Regione Toscana G. Monasterio (FTGM), lo scorso 28 settembre 2020 è stato firmato l’Accordo Attuativo per il progetto «Una Rosa per Domani».

Da sempre FTGM è sede di attività di formazione specialistica e di alta formazione, svolte a favore di personale medico e sanitario per lo sviluppo di conoscenze specialistiche e per lo svolgimento di attività di ricerca clinica e pre-clinica. Rilevanti, in merito, le facilities ed i laboratori di cui FTGM è dotata, nei suoi Stabilimenti di Pisa e di Massa, anche grazie alla stretta integrazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche e, in particolare, con l’Istituto di Fisiologia Clinica.

Con la Scuola Superiore di Studi e di Perfezionamento “S. Anna” di Pisa, sussiste una Convenzione Quadro che prevede una stretta collaborazione istituzionale e scientifica con particolare riferimento ai settori delle Scienze Mediche e, più in generale, delle Scienze della Vita.
FTGM e Scuola “S. Anna” hanno stipulato uno specifico accordo per un innovativo percorso formativo misto di tipo applicativo-clinico nell’ambito del Corso di Perfezionamento in Medicina Traslazionale della Scuola stessa, con l’obiettivo di integrare la formazione di dottori di ricerca che possano dedicarsi allo studio della fisiopatologia cardiovascolare sfruttando gli stimoli e le opportunità fornite dall’osservazione diretta del paziente in ambito di diagnosi e cura con la possibilità di applicare in ambito clinico, strumenti e obiettivi specifici del programma di perfezionamento, legandoli ove necessario alle disponibilità di ricerca di base e sperimentale di FTGM.

Inoltre, recentemente, la Scuola ha attivato un Corso PhD in Health Science, Technology and Management, particolarmente innovativo per struttura e tipologia, cui collaborano anche i professionisti di FTGM.

Il Progetto Una Rosa per Domani prevede il finanziamento di una borsa aggiuntiva per un giovane ricercatore in ambiti di interesse di FTGM in relazione ai suddetti corsi di alta formazione ed in particolare in relazione allo studio di innovazioni nei processi clinici, con focus specifico sull’umanizzazione delle cure a favore di pazienti pediatrici ed adulti.

Un contributo alla formazione di una nuova competenza per domani.